martedì 20 marzo 2012

Ispirarsi o copiare?



Non amo parlare di me nei miei post, sono una persona riservata e timida. Solitamente cerco di raccontarmi attraverso le foto che pubblico.
E' vero che avere un blog significa esporsi, cioè che le proprie idee vengano usate anche da altri. Una cosa è ispirarsi, un'altra è non aggiungere nulla di proprio.
Quante volte ho visto delle idee e ho pensato:"...perché non ci sono arrivata io?" ma mai mi sono permessa di metterle in pratica o spacciarle per mie. Così faccio io, così fanno quasi tutti. Questo si chiama rispetto. Rispetto per il lavoro , rispetto dell'ingegno altrui.
E' anche vero che quando si prendono delle idee  altrui e non si aggiunge nulla di proprio, di personale, per me significa solo copiare quindi a che serve avere un blog? E' inutile averlo se faccio e mostro solo ciò che fanno gli altri. Siete d'accordo con me?


Queste scatole non le ho fatte io



Le potete trovare qui.
Buona giornata! 

21 commenti:

luli ha detto...

Cara Silvia, dalla prima foto si intuisce il colore del tuo umore....
Hai ragione: sono atteggiamenti spiacevoli e sei ancora brava tu a parlare di "ispirarsi o copiare", io avrei detto "copiare o rubare"?

Mariangela ha detto...

Pienamente d'accordo, Silvia!

melania ha detto...

si silvia ..hai ragione ..ma quasi tutte fanno così..un copia copia... che viene fatto secondo i propri gusti..nn tutte siamo ricche di idee..l'importante nn fare mai passare il lavoro di un'altra come il proprio...questo nn mi piace..infatti sul blog ci sono alcune creative che lho fanno...
sento che ne parli con un po di amarezza...melania :)))

Monydav ha detto...

Ciao, mi spiace per l'amarezza, ultimamente molte creative subiscono "furti" del proprio lavoro e la cosa è davvero riprovevole, ma sono anche d'accordo con Melania sul fatto che spesso guardando in giro si prende spunto e a volte senza volerlo si "copia". Negli ultimi tempi un'amica mi ha suggerito di curiosare su Pinterest (ormai ne sono drogata!) e vi osso assicurare che tante brave creative hanno fatto dei lavori che altre creative, soprattutto straniere aveva già realizzato da tempo...l'avranno rubate queste idee o semplicemente ci sono arrivate dopo? Non lo so e non m'importa perchè il loro tocco lo riconosco lo stesso, ognuna personalizza la propria creatura in modo da renderla unica, chi copia "paro paro" mi fa pena, vuol dire che proprio di fantasia non ne ha...
Un bacio dolce Silvia,
Monica.

Monydav ha detto...

Ciao, mi spiace per l'amarezza, ultimamente molte creative subiscono "furti" del proprio lavoro e la cosa è davvero riprovevole, ma sono anche d'accordo con Melania sul fatto che spesso guardando in giro si prende spunto e a volte senza volerlo si "copia". Negli ultimi tempi un'amica mi ha suggerito di curiosare su Pinterest (ormai ne sono drogata!) e vi osso assicurare che tante brave creative hanno fatto dei lavori che altre creative, soprattutto straniere aveva già realizzato da tempo...l'avranno rubate queste idee o semplicemente ci sono arrivate dopo? Non lo so e non m'importa perchè il loro tocco lo riconosco lo stesso, ognuna personalizza la propria creatura in modo da renderla unica, chi copia "paro paro" mi fa pena, vuol dire che proprio di fantasia non ne ha...
Un bacio dolce Silvia,
Monica.

Nadia ha detto...

Sono pienamente daccordo con te!
Tutte noi ci ispiriamo a qualcosa, ma ispirarsi è un conto, far passare per proprio è un altro. Capisco e condivido la tua amarezza.
Un abbraccio
Nadia

Varla Lee ha detto...

Effetivamente ho molte volte voluto parlare di questo nel mio, pero non ne ero sicura. Le idee alle volte "fluttuano" tanto che o capita di pensare quello che hai scritto o capita che lo pensi e lo trovi già da un´altra parte. Inspirarsi è bene, ma essere originale è meglio!! Questo è il mio motto. Piuttosto non faccio quello che tanto mi piaccerebbe fare. Oppure per rispetto lo personalizzo e per rispetto dico a chi o da dove mi sono ispirata. Poi peró, ce da dire che comunque è un "modo" o "luogo" comune vedere que come femmine una cosa può piacere e dire; mi piacerebbe fare anche a me. Fra le latinoamericane non esiste questo, sarà perché ce una "sorellanza" sara perché vivere nel "terzo mondo" porta alla "equo-solitarieta" ed è un piacere condividere cose e idee. Tante amiche mi scrivo nel blog: prenderÓ spunto, ti copierò l´idea" ed io risponderò sempre: " Care amiche: abbondate pure" La mia casa virtuale è vostra, per ché pubblica.
Perdonami se ho abusato del tuo spazio e grazie per la tua opinione. Io poi la vedo cosí come ho scritto. Un abbraccio.

M.Grazia ha detto...

Cara Silvia, capisco la tua amarezza, lo sai vero che per me sei tu la mia maestra.......ed è solo grazie a te che sono riuscita a rivestire decentemente qualcosa, per me sei unica ......... ma tanto lo sai! Un bacino M.Grazia

letrecivette ha detto...

Sei una persona che ho la fortuna di conoscere.Sei una persona corretta e posso capire quanto ti sia costato scrivere queste parole. Questo non è ispirarsi a qualcosa o a qualcuno... questo è copiare e penso che ci si debba solamente vergognare anzichè vantarsi sul proprio blog di aver fatto qualcosa che appartiene a qualcun altro .

aboutgarden ha detto...

amarezza cara Silvia eè forse dire poco e con molta eleganza celare un sentimento ben più forte.
I copia e incolla vanno tanto di moda ma la buona educazione è ora tristemente fuori uso!!!!
siamo con te
simonetta

Michela ha detto...

Hai ragione Silvia, c'è una bella differenza tra ispirarsi e copiare ... Per correttezza, basterebbe citare la fonte, no? Un semplice "ho preso spunto da ..." sarebbe sufficiente e farebbe piacere.
Un abbraccio!
Michela

Raffaella ha detto...

Sono d'accordo e noto che sempre più spesso e da punti di vista completamente diversi questo problema è motivo di discussione. Penso sia inevitabile vista la natura "umana" e il poco rispetto che caratterizza i nostri tempi. Credo però che a volte ci sia anche la buona fede nel prendere ispirazione dalla navigazione del blogs,
che fa si che uno non si renda conto di spacciare per proprie, idee viste qua e là.
Spero che tutto questo non ti faccia perdere la voglia di mostrarci i tuoi capolavori.
Raffaella

mimma ha detto...

Su su Silvietta,non prendertela. Il tuo stile è inconfondibile e questa è la cosa che conta.
Se guardo il lavoro della tizia mi viene da dire:ah, ma questa ha copiato tout court dalla nostra Silvia! e il suo lavoro già non vale più niente, mentre il tuo....
Dai, laisse tomber!!! Un bacio e passa una primavera bellissima.

daniela ha detto...

Buona primavera!!
Capisco perfettamente e condivido il tuo sfogo .
Bacio
Daniela

Silvana ha detto...

Condivido pienamente le tue parole
Silvana.

manuela ha detto...

nooooooo!! il "marchio di fabbrica" della cara Silvia non dovevano proprio copiarlo!! almeno potevano mettere il link al tuo blog!!! Comunque non sono belle come le tue! Non c'è niente da fare... le tue scatole hanno quel certo fascino che nessuna può copiare... bacioni manu

Lo ha detto...

sono molto d'accordo con te...eè questa contaminazione rispettosa che fa nascere i capolavori....un abbraccio

Barbara ha detto...

Chiedo scusa in anticipo per quello che sto per dire.......ma, mi dispiace, non sono d'accordo con ciò che dici.Io sono una che copia...l'ho apertamente affermato nel mio blog, navigo parecchio e spesso mi imbatto in idee che mi piacciono molto, le elaboro e tento di realizzarle, non sono quindi una "creativa", ma la domanda che faccio è...le creative sono proprio sicure di essere ciò che affermano? E cioè siete così sicure che quell'idea siete state proprio le prime ad averla? Io non ne sarei così sicura.Sono molto d'accordo con ciò che scrive Monydav e mi piacerebbe ci fosse più"sorellanza"come scrive Varla Lee.

silvia ha detto...

Per Barbara:
...un conto è la "sorellanza", (io condivido spesso) un conto è spacciare le cose per proprie!
Noi non ci conosciamo,quindi non sai bene come sono andate le cose...
Sono pienamente d'accordo che internet sia fonte per tutti, me inclusa, molte idee da prendere e fare proprie. Una cosa è farle proprie o dire che le si hanno copiate diverso è far passare per proprie idee quelle non lo sono.
A me non piace qui scrivere troppo, far delle polemiche, ma neanche star zitta...
Silvia

Anonimo ha detto...

Ciao. Ho appena scoperto il tuo blog e i tuoi lavoro mi piacciono molto, le decorazioni sono minuziose e precise, una delizia da guardare: sei veramente brava.
Però, per quanto riguarda l'argomento di questo post, ti confesso che non ho afferrato ma vorrei capire, quindi ti prego porta pazienza e aiutami... sarà che non sono una 'creativa', che non ho un blog e che quindi non mi espongo al rischio di essere copiata ma quello che vedo io è una scatola in stoffa con un ricamo al centro sul coperchio. Il centro del coperchio mi sembra il posto più normale in cui piazzare un ricamo. Cosa ha copiato?
Tra l'altro questa signora ha anche fornito il link allo schema del disegno che ha usato, se si fosse ispirata alle tue scatole penso che allo stesso modo avrebbe fornito un link al tuo blog.
Scusa se il commento ti sembrerà sciocco, ma come ho scritto prima, davvero non capisco.

E.

silvia ha detto...

@ per E
Capisco i tuoi pensieri. Visto da "fuori" sembra logico, naturale mettere un ricamo sul coperchio.
Ho le mie ragioni per aver scritto così. Questo non mi sembra il posto giusto... se vuoi saperne di più scrivimi
Silvia